Antonio Riccardi: Victor Hugo e Georges Simenon, Adèle e Marie Jo. Padre e figlie.

Antonio Riccardi.jpgVictor Hugo e Georges Simenon, Adèle e Marie Jo. Padri e figlie, giganti della letteratura e donne fragili, sono loro i protagonisti della pièce Una promessa d’amore, anche se i primi compaiono come pensieri e ossessioni delle seconde. Antonio Riccardi, scrittore, poeta e saggista, ospite ieri all’Out Off ha fatto sul luce sul rapporto tra le due coppie di padri e figlie protagoniste dello spettacolo.

“Vivere all’ombra di padri così grandi non deve certo essere stato facile per Adèle e Marie Jo, tanto che sono diventate fragili creature, schiacciate dal peso di un cognome così importante. Continua a leggere

Annunci

Zoja: da una promessa d’amore al bisogno di individuazione.

Zoja-Lerro  Ad introdurre la replica di “Una promessa d’amore” ieri sera all’Out Off è stato Luigi Zoja, psicoanalista di fama mondiale. Alcune tra le più recenti pubblicazioni riguardano il tema della paternità come ll gesto di Ettore. Preistoria, storia, attualità e scomparsa del padre  e Centauri. Alle radici della violenza maschile, pubblicati nel 2016. La paternità come punto cardinale per orientarsi  nella pièce, di cui Zoja ha approfondito uno degli argomenti principali: il rapporto padri-figlie. Continua a leggere

Il sogno fondamentale: l’amore

gianmaria occhi

GianMaria Occhi al Teatro Out Off

Ospite ieri sera al teatro Out Off, lo psicoanalista Gianmaria Occhi ha introdotto la replica dello spettacolo “VICTOR HUGO e ADELE – GEORGES SIMENON e MARIE JO. UNA PROMESSA D’AMORE” di Lucrezia Lerro. Gianmaria Occhi, presentando la pièce ha approfondito uno dei temi chiave della costruzione drammaturgica ovvero il rapporto padri-figlie. Occhi ha sottolineato come il lavoro di scavo nella vita psichica dei personaggi della pièce sia una delicata operazione di escavazione nei resti diurni dei sogni. Continua a leggere

Perdonare è un atto d’amore

Elisabetta Sgarbi al Teatro Out Off

La follia, il rapporto padri-figlie, il non sentirsi amati abbastanza. Una promessa d’amore di Lucrezia Lerro percorre il territorio irto della fragilità dell’animo umano, sostenuta dalla levità e profondità della regia di Lorenzo Loris e dall’interpretazione di Monica Bonomi e Silvia Valsesia. Per approfondire i temi  affrontati nella pièce sono state organizzate delle brevi conferenze con esperti. Ad inaugurare il ciclo di incontri ieri sera è stata Elisabetta Sgarbi, editrice, scrittrice e regista cinematografica italiana, presentata da Lucrezia Lerro. Il rapporto padri-figli è stato l’argomento centrale dell’intervento di Elisabetta Sgarbi. Continua a leggere

Una promessa d’amore

Forse mai nessuno si sentirà amato come vorrebbe” è l’interrogativo che si pone Adèle Hugo in “Victor Hugo e Adèle – Georges Simenon e Marie Jo. Una Promessa D’amore” di Lucrezia Lerro per la regia di Lorenzo Loris che debutterà il prossimo 14 novembre al Teatro Out Off.

Il non sentirsi amati abbastanza come punto di partenza per un’indagine teatrale sulla follia, sul rapporto tra padri e figlie, in particolari tra padri “ingombranti” e figlie, con incursioni nel territorio edipico, percorsi nel sentiero irto dell’amore folle e non corrisposto e in quello passionale del rapporto con la scrittura.

Continua a leggere

Nel grattacielo delle fakenews.

Fakenews, bufale, notizie false spesso disseminate da pseudo giornali online o siti web e poi in libera circolazione e diffusione nel più popolari social, diventano benzina sul fuoco di malesseri e tensioni sociali. Sembra un fenomeno moderno, invece già nel 1950 il drammaturgo svizzero Friedrich Dürrenmatt scriveva ne “Romolo il grande” che “Le notizie eccitano il mondo e se ben recitate lo sconvolgono”.  Il pensiero di Dürrenmatt è venuto alla memoria di Fernando Coratelli in una tranquilla domenica mattina scorgendo sul più popolare social network una serie di commenti farciti di insulti a margine di un post contenente una notizia successivamente rivelatesi falsa.  Quanto può essere potente il propagarsi di una notizia falsa? Se lo è chiesto Coratelli, drammaturgo contemporaneo. E dalla sua domanda ne sono sorte altre che hanno trovato forma nel testo della pièce I dispersi, dove tra dramma e farsa ci si interroga sulle nostre più profonde paure. Continua a leggere

Un compleanno da ricordare

22450520_10210142683106698_1157787479_o

È stato un compleanno da ricordare quello celebrato ieri sera all’Out Off per il premio Nobel Harold Pinter, scomparso nel 2008 che avrebbe compiuto 87 anni. L’Out Off ha celebrato la ricorrenza con una settimana fitta di eventi la Pinter Week esplorando i diversi campi dell’universo pinteriano: poesia, cinema e teatro.

Ieri sera, dopo il debutto di Landscape, al Bistrot del teatro si è tenuto il  Pinter’s Birthday Party, un evento dal nome “Poesie, Olive e Vino: il poeta Harold Pinter” nel Foyer del Teatro. Gli ingredienti per un party c’erano tutti: un ricco buffet, buon vino, un’atmosfera celebrativa e un grande protagonista, Harold Pinter.

Continua a leggere