Hard to be Pinocchio.

S_Mannino 680x1024“Pinocchio è un’illusione, un suggerimento posticcio, un’allusione della mente che talora entra prepotente nelle domande del Padre.” Così Simone Mannino descrive la visione del capolavoro di Carlo Collodi alla base di Hard to be Pinocchio, rilettura visionaria in tre atti che ribalta la prospettiva tradizionale dell’opera in scena il 4/5 e 6 ottobre all’Out Off.

Simone Mannino è un artista con una lunga e articolata esperienza nell’ambito delle arti visive e performative, ha collaborato, fra gli altri, con Carlo Cecchi, Franco Scaldati, Ricci/Forte, e Antonio Latella e il progetto Hard to be Pinocchio è stato  concepito a Istanbul tra il 2014 e il 2016, durante gli intensi mesi di sconvolgimento politico e sociale a seguito del mancato golpe militare, per il quale viene annullato dalla stagione Harbiye Tiyatro. A distanza di un anno, Mannino attraverso un dialogo più intimo con il testo dà vita a un’opera di riduzione dei personaggi focalizzando l’attenzione sulla figura del padre.

Geppetto diventa, infatti,  un  personaggio universale che intraprende un viaggio nei labili e ambigui territori della memoria e della menzogna. Pinocchio non esiste, non c’è, è nella mente del padre, è una sua allucinazione, così come tutti i personaggi che lo circondano. Quindi è una trasfigurazione nel rapporto tra padre e figlio.”

Simone Mannino ha individuato nel testo di Collodi una domanda molto frequente, un dialogo interiore tra Geppetto e suo figlio, che non c’è, che non è tangibile se non nella sua testa e nella sua immaginazione. Ci sono domande sull’identità: chi sono io? Chi sei tu? Dove sei nato? Come si chiama tuo padre? Come si chiama tua madre? Scavando nella narrativa collodiana e nel suo capolavoro Pinocchio, il lavoro drammaturgico ha sentito l’esigenza di ridurre sensibilmente il testo, operando una forte riduzione delle parole, controbilanciando però l’aspetto visivo del racconto e della fiaba. Quindi l’esistenzialismo diventa una ricerca sull’identità.

 

 

4/5/6 OTTOBRE 2018

TEATRO OUT OFF / MILANO

HARD TO BE PINOCCHIO

da “Le avventure di Pinocchio” di Carlo Collodi

Adattamento, scena e regia Simone Mannino

Con Paolo Mannina – Simona Malato – Ada Giallongo – Valeria Sara Lo Bue – Jesse Gagliardi – Claudio Pecoraino

https://www.teatrooutoff.it/spettacoli/hard-to-be-pinocchio/

#outoff #43stagione #classici #teatrocontemporaneo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...