Gigio Alberti: in amore siamo tutti “difficili”

_MG_5807 copia

Gigio Alberti in scena, foto di Agneza Dorkin.

Una lunga esperienza tra cinema, teatro e tv segnata anche dalla partecipazione al David di Donatello 2014 Il Capitale Umano, Gigio Alberti è una presenza storica dell’Out Off. È stato protagonista di molti spettacoli di Lorenzo Loris, dei classici della produzione del teatro Out Off: da Ultimi rimorsi prima dell’oblio di Jean-Luc Lagarce a Note di cucina passando per la commedia di Edoardo Erba, Vera Vuz. Nella stagione in cui l’Out off compie quarant’anni non poteva quindi mancare, e lo ritroviamo in scena diretto sa Lorenzo Loris ne Gli amori difficili di Italo Calvino, accanto a Monica Bonomi, Nicola Ciammarughi e Gemma Pedrini. Della difficoltà di comunicare in modo autentico, dell’amore sognato, del viaggio rocambolesco che è la vita e della passione per Italo Calvino, Gigio Alberti parla al nostro blog.

In scena interpreti un viaggiatore, pendolare dell’amore e un automobilista alle prese con una crisi di coppia. Entrambi hanno con sé un gettone. L’oggetto scenico crea  un’ atmosfera d’altri tempi che segna la distanza rispetto alla nostra epoca dominata dalla comunicazione immediata. In che modo il cambiamento dei mezzi di comunicazione ci ha cambiati?

Il gettone è certamente un simbolo della comunicabilità, rappresenta l’attesa e il desiderio della comunicazione. Usare un gettone telefonico comporta una difficoltà maggiore rispetto ad mezzi odierni: bisognava trovare una cabina telefonica, provare a chiamare e sperare che la linea fosse libera per potersi mettere in contatto con la persona desiderata. Oggi è tutto immediato, siamo sommersi di strumenti che consentono una comunicazione istantanea, eppure l’ansia, la necessità e la voglia di comunicare c’è ancora, ed oggi come allora viene parzialmente frustrata, perché il desiderio di mettersi in contatto è spesso univoco. Il gettone è il simbolo di un desiderio inappagato, la comunicazione,  che oggi è più semplice e immediato da realizzare ma che è destinato a rimanere insoddisfatto perché l’immediatezza dei tempi ha cancellato l’attesa che nutre il desiderio.”

L’avventura di un viaggiatore è il racconto che apre la raccolta de Gli amori difficili e in scena diventa il fil rouge dentro il quale si sviluppano le altre vicende. Come mai questa scelta?

Il viaggio è la metafora della vita, per questo fa da sfondo a tutte le vicende della pièce. L’amore è un’idea fissa, i personaggi non sono immobili, c’è una tensione verso di loro ma si sottovaluta ciò che è mobile: la vita. La struttura della pièce vuole sottolineare questo aspetto della nostra storia umana: viviamo costantemente orientati all’obiettivo, al risultato e in questa proiezione verso l’idea immobile perdiamo di vista il percorso che facciamo, non diamo valore al “viaggio”, la parte mobile,  per raggiungere la nostra meta, la parte immobile. In realtà, così ci perdiamo molta parte di ciò che potremmo goderci.

Ne Gli amori difficili ricopri molti ruoli, ne L’avventura di un bandito (uno degli episodi della pièce) addirittura tre ruoli quasi contemporaneamente. Sei un mattatore?

In realtà tutti gli attori del cast interpretano più personaggi, nel mio caso do voce al viaggiatore e all’automobilista che aprono e chiudono la pièce e ne L’avventura di un bandito interpreto diversi personaggi nella stessa scena. Tra gli episodi quest’ultimo è una specie di farsa che si sviluppa con molti personaggi. Gli altri episodi, invece,  tranne L’avventura di una moglie sono dominati da un’unica figura, sono quasi monologhi, espressioni mentali e non narrativi.

dal 14 marzo al 30 aprile
Teatro Out Off

GLI AMORI DIFFICILI

di Italo Calvino
regia Lorenzo Loris
con Gigio Alberti, Monica Bonomi, Nicola Ciammarughi e con Gemma Pedrini scena Daniela Gardinazzi, costumi Nicoletta Ceccolini, luci Alessandro Tinelli, musiche Gemma Pedrini, collaborazione ai movimenti Barbara Geiger

spettacolo in abbonamento Invito a Teatro

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...