Nanda Vigo: una vita tra arte, design e architettura.

1 Nanda Vigo.jpgEssere dalla parte degli artisti da ben quaranta anni. Questa è la sintesi della storia dell’Out Off e per celebrare un traguardo importante il cartellone della stagione 2016/2017 si arricchisce di eventi che vedono protagonisti proprio gli artisti che ne hanno segnato  percorso e il rapporto singolare tra i diversi linguaggi artistici e il teatro.

Dopo la rassegna dedicata alla poesia “I sapienti e i fanciulli”, curata da Milo De Angelis ed “Esercizi per voce e violoncello sulla Divina Commedia di Dante” di Chiara Guidi (Societas Raffaello Sanzio) e Francesco Guerri, l’Out Off ricorda il proprio rapporto con l’arte, l’architettura e il design con Nanda Vigo, architetto e design celebrata proprio quest’anno a Milano per i suoi 80 anni d’artista che il 20 febbraio alle 1,30 converserà con Marco Meneguzzo all’Out Off. 

 

Come è stata la sua carriera? Lunga, vivace e prestigiosa. Segnata dall’incontro con Lucio Fontana e con gli artisti che avevano fondato la galleria Azimut a Milano, Piero Manzoni ed Enrico Castellani, da molti viaggi per le mostre collettive e personali in tutta l’Europa. Vigo conosce gli artisti e i luoghi del movimento ZERO in Germania, Olanda e Francia. Tra il 1965 e il 1968 ha collaborato e creato con Gio’ Ponti la Casa sotto la foglia, a Malo. Tanti anche i premi e i riconoscimenti: nel 1971 viene premiata con il New York Award for Industrial Design per il suo sviluppo delle lampade (Lampada Golden Gate), nel 1976 ha vinto il 1° Premio St. Gobain per il design del vetro. Nel 1984 Nanda Vigo è all’Out Off con l’istallazione Golfo Mistico. Dove poter vedere le sue opere? al Museo del Design della Triennale, nella collezione del Ministero degli Affari Esteri, e dal 2014/2015 al Guggenheim di New York e al Martin-Gropius-Bau di Berlino.

La sua ricerca  è fondata  sulla interdisciplinarità tra arte, architettura e ambiente. Tra i temi essenziali della sua arte c’è il conflitto/armonia tra luce e spazio, che l’artista utilizza nel proprio lavoro, anche come architetto o designer. Costantemente attenta alla valorizzazione dell’Arte, come dimostra il suo progetto della mostra ITALIAN ZERO & avantgarde 60’s al MAMM Museum di Mosca.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...