Roberto Trifirò: la mia prima volta con Bernhard.

Fino al 12 febbraio sarà in scena al Teatro Out Off con L’apparenza Inganna, Roberto Trifirò, regista e interprete della pièce, dopo essersi confrontato con il teatro di Beckett e di Pinter approda all’opera del drammaturgo austriaco con disinvoltura e successo mostrandone la straordinaria vitalità.
Bernhard è un autore non molto rappresentato in Italia. Qual è il tuo rapporto con il drammaturgo austriaco?
Ho conosciuto il teatro di Thomas Bernhard negli anni ’90, quando Ubulibri ha pubblicato in Italia le sue opere. Ricordo che sin dalla prima lettura rimasi affascinato dalla sua grandezza. Leggevo Ritter, Dene, Voss, Il riformatore del mondo e altri classici e immaginavo come sarebbe stato metterli in scena, desideravo confrontarmi con quella drammaturgia. Bernhard, dietro un impianto tradizionale e realistico e con una narrazione semplice, ha creato un proprio linguaggio drammaturgico con cui raccontare, attraverso la leggerezza, l’ironia e l’originalità, temi profondi come la solitudine e la vecchiaia.
Cosa ti ha spinto a portare in scena il teatro di Bernhard?
Sicuramente la grande affinità che lega Bernhard a Pinter e Beckett, drammaturghi su i quali ho lavorato a fondo. C’è tra loro un approccio drammaturgico affine: è come se fossero tre fratelli anche se molto diversi. Bernhard ha come punto di riferimento il mondo austriaco e tedesco, Pinter l’Inghilterra mentre Beckett più l’introspezione. Da quando l’ho conosciuto ho sempre desiderato portare in scena una sua pièce  ma ero troppo giovane per interpretare personaggi anziani. Certo a trentasei anni ho interpretato Krapp ma vestire i panni dei protagonisti di Bernhard, uomini giunti all’inverno della propria esistenza, è arduo e forse non corretto. Ho deciso di mettere in scena L’apparenza inganna adesso perchè credo di avere l’età giusta(anagrafica e artistica) per farlo!
Bernhard scriveva le sue pièce avendo già in mente gli attori che avrebbero dovuto interpretarle. Tu come hai lavorato sulla regia dello spettacolo?
Le opere di Bernhard hanno bisogno di una regia, nonostante l’impianto drammaturgico realistico e ben strutturato. Nella mia versione c’è una regia chiara che vuole unire il destino di Karl e di Robert. È una regia frutto di un lungo lavoro di ricerca, condotto su più fronti. Ho scandagliato la drammaturgia, ho lavorato a lungo sulla ricerca musicale, esplorando diversi generi. Per mesi ho ascoltato musica, poi pian piano ho estrapolato i pezzi. Anche la scenografia è stata il frutto di un lavoro lungo, gli oggetti di scena fungono da memoria storica e testimonianza delle solitudini dei protagonisti.
L’apparenza inganna è una pièce del secolo scorso, eppure il racconto di due anziani fratelli alle prese con la solitudine nell’ultima fase della loro vita sembra scritto nei nostri giorni, in un periodo storico che si confronta con una nuova lunghezza della vita?
È un testo estremamente attuale perché la vicenda travalica il realismo e basandosi sul sentimento diventa un classico. L’avvicinarsi della fine della vita, la solitudine, il mondo dell’arte come possibilità di salvezza sono temi universali.

L’apparenza inganna
di Thomas Bernhard
Prima nazionale
regia Roberto Trifirò
con Roberto Trifirò, Giovanni Battaglia
scene e costumi Veronica Lattuada
luci Alessandro Tinelli
assistente alla regia Fiammetta Perugi
aiuto scenografo Giacomo Viganò
foto di Scena Agneza Dorkin

spettacolo in abbonamento Invito a Teatro
dal 17/01/2017 al 12/02/2017
da martedì a venerdì ore 20.45;
sabato ore 19.30; domenica ore 16.00
BIGLIETTI: €18,00
costo prevendita e prenotazione 1,50/1,00€
Riduzioni: 12.00€ (Under 25) – 9.00€ (Over 65 Convenzione con il Comune di Milano)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...