All’Out Off arriva il Gran Seduttore, il Don Giovanni di Puskin.

I Demoni in collaborazione con il Teatro Out Off, dopo aver indagato la letteratura russa prima con Dostoevskij ne Il giocatore e successivamente con il conturbante Mozart e Salieri di Puskin, proseguono l’esplorazione nei territori del teatro russo con Don Giovanni, Festino ai tempi della peste.


La pièce che debutta il 2 dicembre al Teatro Out Off, in prima nazionale, nasce da una rielaborazione drammaturgica operata da Alberto Oliva e Mino Manni, fondatori della compagnia I Demoni.
Il grande seduttore è presente con tutto il suo carisma, pronto a tornare alla carica, a fare strage di cuori, ricercato dalle autorità non rinuncia all’arte della seduzione. Persino al cimitero, dove la donna che lui ha reso vedova rende omaggio al marito.
Già, perché la morte aleggia nell’opera de I Demoni, una morte che imperversa attraverso la peste, il contagio, a cui un gruppo di giovani decide di fuggire dall’epidemia rifugiandosi in un luogo di pace, esorcizzando la paura per la nera signora attraverso canti e balli.
Il punto di partenza è il mito del Don Giovanni, il gran seduttore, nella versione di Puskin, unita a un altro atto unico dello stesso autore, il Festino ai tempi della peste.
È un paese in crisi quello in cui torna il Gran Seduttore, i cui abitanti aspettano un segnale per risvegliarsi e tornare a ballare, e ritrovare il piacere della vita,in un atmosfera da “Grande Bellezza”, come si legge nelle note di regia.
In campo, con la regia di Alberto Oliva, una schiera di giovani attori: Mino Manni nei panni del protagonista, Marta Ossoli, Guenda Goria, Giancarlo Latina e Giuseppe Nitti.
Ma la vera protagonista è la musica, composta da Bruno Coli, che gioca con i riferimenti alla contemporaneità, ma anche a film come il musical di Tim Burton “Sweeney Todd” per creare un’atmosfera divertente, grottesca e sempre in bilico tra la vita e la morte, come afferma Alberto Oliva.
Un lavoro che coniuga passione per classici, abilità nell’interpretare il mondo contemporaneo e riferimenti colti al mondo della musica.
Ad impreziosire lo spettacolo ci saranno quattro iniziative di approfondimento: il 2 dicembre il professore Fausto Malcovati, traduttore e docente di lingua e letteratura russa all’Università degli Studi di Milano, introdurrà lo spettacolo, il 5 dicembre, dopo la pièce, andrà in scena Don Giovanni e Casanova – Cabaret letterario di Gianfilippo Maria Falsina Lamberti e il 9 dicembre sarà ospite Bruno Coli, musicista e compositore delle musiche dello spettacolo.

Don Giovanni, Festino ai tempi della peste

2 > 20 dicembre (Prima nazionale)
(da mart. a ven h 20.45, sab. h 19.30, dom. h 16 )
Info e prenotazioni: 0234532140
Teatro Out Off in collaborazione con I Demoni
drammaturgia Alberto Oliva e Mino Manni
da Aleksandr Puškin
regia Alberto Oliva
con Mino Manni e Marta Ossoli, Guenda Goria,
Giancarlo Latina e Giuseppe Nitti
musiche originali Bruno Coli, scene Alessandro Chiti
luci Alessandro Tinelli
Costumi Marco Ferrara

Don Giovanni - Festino ai tempi della peste di Puskin regia Alberto Oliva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...