La morte e l’omosessualità: due grandi tabù contemporanei

In questi giorni in scena all’Out Off nei panni della nera signora con Lady Mortaccia, un’operina gotica in cui tra canti, balli e humor nero affronta il difficile tema della morte, e al debutto come regista cinematografica con Né Giulietta né Romeo, una commedia all’italiana sull’omofobia, Veronica Pivetti racconta al nostro blog come da artista si confronta con due grandi tabù del nostro tempo.

L’uomo in quanto a crudeltà ha superato la morte. È questo il nucleo tematico di Lady Mortaccia, la vita è meravigliosa. La frase è quanto mai attuale dopo gli attentati di Parigi.
Purtroppo è tragicamente ed estremamente attuale. La pièce cita le stragi in Cambogia, in Serbia e in Ruanda, dopo gli attentati di venerdì 13 novembre abbiamo aggiunto la strage in Francia. Abbiamo sfortunatamente una nuova strage da aggiungere o sostituire alle vecchie e questo rende lo spettacolo quanto mai attuale. La morte, che interpreto, ha quasi paura dell’uomo, dopo averlo deriso e preso in giro, finisce con le spalle al muro perché si rende conto di essere stata superata in crudeltà dall’umanità.
La musica è una presenza fondamentale nello spettacolo, e per il pubblico è stata una sorpresa sentirti cantare e vederti ballare.
Maurizio Abeni ha musicato lo spettacolo, scritto su metrica libera, tanto che io lo considero più un’operina che una commedia musicale. Il maestro Abeni ha seguito la metrica in modo egregio. È stato un grande lavoro di costruzione lavorare con musiche popolari ma mai banali che si sono rivelate un ottimo aiuto al testo, rendendolo più accessibile. Ho voluto molto questo spettacolo, il grande pubblico mi conosce per le fiction ma io avevo già lavorato a teatro con la musica in “Sorelle d’Italia” con Isa Danieli e in “ Tetè a tete, passioni stonate,” piccoli monologhi con l’accompagnamento al piano. Mi piace molto esprimermi attraverso la musica.
“Né Giulietta né Romeo” nelle sale in questi giorni, segna il tuo debutto da regista, fai i conti con un tema molto delicato: l’omosessualità.
Sfido un tabù dei nostri tempi. L’omosessualità e l’omofobia non sono temi molto gettonati, vengono dibattuti per finta, si fa molto chiasso ma non si prendono mai decisioni. Non siamo così aperti e progressisti come pensiamo di essere.

Lady Mortaccia di Giovanna Gra nella foto Veronica Pivetti, Elisa Bnedetta Marinoni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...