5 buoni motivi per conoscere Anna Politkovskaja

Era il 7 ottobre del 2006 quando Anna Politkovskaja venne assassinata a Mosca, nell’ascensore del suo palazzo, mentre stava rincasando. La sua colpa? Essere stata una testimone scomoda della Russia di Putin, della situazione in Cecenia, di aver contribuito con il suo lavoro a tenere alta l’attenzione sul fronte dei diritti umani e civili nell’Europa dell’Est.
Sono passati nove anni dalla morte della giornalista russa, e negli anni abbiamo assistito a diverse violazioni della libertà di stampa. Siamo stati tutti Charlie, abbiamo avuto l’esempio di Ilaria Alpi, ma di Anna Politkovskaja cosa sappiamo? Continua a leggere

Annunci

40 anni di Teatro e impegno.

“Chi lo avrebbe mai detto che saremmo arrivati a 40 anni di teatro?” così Mino Bertoldo, fondatore e direttore del Teatro Out Off, ha ricordato la storia del teatro Out Off. Un percorso scandito dall’amicizia con Franco Quadri, dall’incontro con Tony Servillo nel 1984 e successivamente con Jan Fabre.
Quarant’anni in cui si è dato molto spazio alla danza e alla poesia, che hanno visto lo sviluppo artistico del regista Antonio Sixty, e poi l’incontro con Lorenzo Loris, da trenta anni regista di residenza dell’Out Off.
E poi ancora la presenza di Danio Manfredini e di Antonio Latella. L’organizzazione della rassegna cinematografica Limitrofie in collaborazione con l’Accademia di Brera e di poesia Contrasti poetici con Milo De Angelis. 
Fino ad arrivare ai nostri giorni, a resistere ai colpi di scure di un decreto ministeriale che guarda al numero di posti a sedere della sala più che al valore di ciò che viene prodotto. Continua a leggere

La 40esima stagione dell’Out Off è più impegnata che mai.

“Tutto il teatro è per sua stessa natura politico, nel senso di teatro che agisce con la coscienza del luogo in cui si vive, della società in cui si vive delle risposte che si devono dare a questa società.” Affermava Peter Shuman in un’intervista di qualche anno fa  e non si può fare a meno di notare come questa istanza si ritrovi nel cartellone 2015/2016 del Teatro Out Off.
L’impegno civile che ha da sempre caratterizzato gli spettacoli di via Mac Mahon si fa più evidente ed esplicito nella 40esima stagione, non solo con drammaturgie ambientate nel nostro complesso e difficile presente ma anche con i classici. E’ il caso de  Le notti bianche da Dostoevskij e L’Amante di Pinter,  rivisitati dal regista stabile Lorenzo Loris, che portando in scena il rapporto tra sogno e realtà nel primo ed indagando le dinamiche di coppia nel secondo, procede a scandagliare l’animo umano. Continua a leggere

Teatro Out Off 2015/2016: nuovi autori, classici e impegno civile. Teatro e resistenza.

Una nuova stagione è alle porte: la 40° per l’Out Off. Dal 1976 ad oggi si è costruita la storia del teatro di via Mac Mahon che negli anni ha saputo interpretare i mutamenti rimanendo fedele alla propria tradizione, senza svendersi a logiche di mercato e resistendo agli affondi che le politiche culturali di vario stampo hanno inferto. Insomma, il prezzo della libertà si paga e anche caro, ma la nostra parola d’ordine è: Resistenza. Resistiamo con orgoglio e vigore e ci prepariamo con la passione di sempre a spegnere le 40 candeline nel novembre del 2016. Un clima di fervore e rinnovamento che è anticipato dal cartellone 2015/2016, in cui nuovi autori coesistono con l’attenzione ai classici della letteratura e la riflessione sui grandi temi contemporanei. Continua a leggere