Hard to be Pinocchio.

S_Mannino 680x1024“Pinocchio è un’illusione, un suggerimento posticcio, un’allusione della mente che talora entra prepotente nelle domande del Padre.” Così Simone Mannino descrive la visione del capolavoro di Carlo Collodi alla base di Hard to be Pinocchio, rilettura visionaria in tre atti che ribalta la prospettiva tradizionale dell’opera in scena il 4/5 e 6 ottobre all’Out Off. Continua a leggere

Annunci

L’alveare di via Losanna

L'immagine può contenere: cibo“Noi siamo ciò che mangiamo”, sosteneva Ludwig Feuerbach. Ciò che però decenni di consumismo hanno fatto dimenticare è cosa c’è dietro quello che mangiamo.

Ecco allora che dal 2011 è partita dalla Francia una rivoluzione: la nascita di siti di zona in cui poter comprare dal produttore locale, abbattendo i costi della grande distribuzione e garantendo la freschezza dei cibi. Dal 2014 L’alveare dice sì, così si chiama la start-up di imprenditoria sociale e solidale, ha trovato terreno fertile anche in Italia e proprio vicino all’Out Off in Via Losanna 46 c’è un Alveare gestito da Ileana Iaccarino, ospite del nostro blog.

Continua a leggere

Eccebellum e Polvere di Cechov: finale di stagione!

 

Volge al termine la 42stagione del Teatro Out, una stagione in cui abbiamo fatto il pieno di emozioni, sentimenti, cultura e arte.

A chiudere la 42esima stagione dell’Out Off sono due lavori realizzati nell’ambito del Teatro sociale: Eccebellum dell’associazione Conteatrovivo, il 4 e 5 giugno e Cercando il Giardino-Polvere di Cechov della compagnia LiberamenteUnico il 7,8 e 9 giugno. Continua a leggere

La signorina Julie

francesca del fa foto di Margherita BagnaraÈ una vicenda che incontra i territori insidiosi della gelosia, dell’amore, del sesso, del masochismo, del sadismo, della violenza, della vendetta, della colpa, della solitudine quella che Strindberg scrisse nel periodo naturalistico,

È una vicenda che incontra i territori insidiosi della gelosia, dell’amore, del sesso, del masochismo, del sadismo, della violenza, della vendetta, della colpa, della solitudine quella che Strindberg scrisse nel periodo naturalistico, La signorina Julie e che Fabio Sonzogni porta all’Out Off il 29/30/31 maggio. Continua a leggere

Un amore: Dino Buzzati e il cinema.

Risultati immagini per un amore buzzati filmIntellettuale poliedrico e versatile Dino Buzzati ha ispirato il cinema italiano del secondo novecento.  L’autore de La boutique del mistero e de Il deserto dei Tartari ha visto due sue produzioni letterarie trasformarsi in film: il romanzo Un amore che nel 1965 divenne omonimo film per la regia di Gianni Vernuccio e il racconto Sette piani che Ugo Tognazzi portò sul grande schermo nel 1967 con il titolo Il fischio al naso.

Lorenzo Viganò, giornalista, scrittore e curatore dell’opera di Buzzati ha introdotto ieri la replica de Le cosmicomiche/La boutique del mistero, Calvino incontra Buzzati, intervistando sul palco dell’Out Off Agnès Spaak, fotografa e attrice, interprete nel 1965 del film Un Amore.

Continua a leggere

Giangiacomo Schiavi: Dino Buzzati e la cronaca nera.

 

1w Calvino incontra Buzzati regia Lorenzo Loris da sx Pietro Bontempo Paolo Bessegato Foto DORKIN

Pietro Bontempo e Paolo Bessegato. Foto Dorkin

Lorenzo Viganò, giornalista, scrittore e curatore delle opere di Buzzati ha dialogato prima della replica del 16/05 con Giangiacomo Schiavi, giornalista de Il Corriere della sera sul rapporto tra Dino Buzzati e la cronaca. Assunto nel 1928, Buzzati ha trascorso  43 anni al Corriere della sera, ricoprendo gran parte dei ruoli dello scacchiere giornalistico. Nel dopoguerra la cronaca nera, bandita ai tempi del fascismo in cui era prioritario l’interesse a promuovere l’immagine di un paese senza macchia e senza peccato, torna sulle pagine dei giornali e Buzzati si dedica con passione alla cronaca nera facendone pian piano  un genere letterario. Continua a leggere

Domenici: Buzzati giornalista e letterato geniale e gentile.

Paolo Bessegato nei panni di Dino Buzzati ne Le cosmicomiche/La Boutique del mistero, Calvino incontra Buzzati.

Metti una sera di pioggia, un imprevisto di scena e un incontro di approfondimento pre-spettacolo che si prolunga quasi a diventare una mini-conferenza su Dino Buzzati.

È quello che è successo venerdì sera all’Out Off, in occasione del primo appuntamento con giornalisti e scrittori per approfondire la vita e l’opera di Dino Buzzati, di cui sono in scena in questi giorni due racconti de La boutique del mistero nell’ultimo lavoro di Lorenzo Loris Le cosmicomiche/La Boutique del mistero, Calvino incontra Buzzati. Il ciclo di incontri è stato inaugurato da Viviano Domenici, giornalista, scrittore, responsabile delle pagine scientifiche del Corriere della sera e soprattutto esperto e conoscitore di Dino Buzzati che ha introdotto lo spettacolo dialogando con Lorenzo Viganò, giornalista, scrittore e curatore dell’opera di Buzzati. Continua a leggere